Il mio primo giorno.

Dopo “Va’ dove ti porta il cuore” avrei voluto leggere qualcosa di spensierato, invece, mi è giunto come un fulmine a ciel sereno “Il mio primo giorno” di Giacobbe Scurto. Con questa lettura, che mi è parsa una sorta di diario di bordo, ho dimostrato a me stessa di possedere empatia sufficiente; quell’empatia che desidero…